Passaggio della Campana 2021-2022

Il 2 luglio, alle ore 19.00, nella pinetina dell’hotel Vecchia Maremma, trasformata per l’occasione in un auditorium all’aperto, è avvenuto il passaggio del collare tra Nunzia Costantini e Gian Franco Francia, in un’atmosfera piena di emozione e di gioia di stare insieme.
Dopo i saluti di rito, Nunzia ha fatto un excursus della sua annata mettendo in evidenza gli obiettivi raggiunti, i principi che la hanno guidata nell’importante compito di essere presidente del Club e le sue due preoccupazioni più grandi: tenere unito il club e mantenere l’effettivo.
Ha ringraziato, nominandoli ad uno ad uno tutti coloro, rotariani e non, che la hanno aiutata in qualsiasi modo.
A ricordo dell’annata ha consegnato all’assistente del Governatore e ai colleghi presidenti degli altri club dell’area Maremma 1, una mattonella realizzata da Gianni Capitani, in cui appare sempre un polpetto rosso che rappresenta ognuno di loro che, durante questa annata, si è dovuto districare nella situazione più bizzarre.


Inoltre ha consegnato 4 Paul Harris Fellow, la massima onorificenza rotariana che prende il nome da Paul Harris, il fondatore del Rotary, e che fu istituita nel 1947, alla morte del fondatore .
Il P.H.F. viene attribuito a Soci del Rotary ma anche a personalità non rotariane o associazioni o enti che si distinguono particolarmente per l’attività di servizio.

I 4 Paul Harris sono stati consegnati a:

Franco Nardi, che non è un rotariano, ma che senz’altro lo merita per la sua generosità. Infatti Nardi, ogni anno, in agosto, durante la Butterata, la manifestazione che organizza nella propria azienda, offre una cena per un numero consistente di persone, il cui ricavato va a uno dei service dell’annata. Non solo, ma in occasione dell’Ottobrata, offre premi importanti per la lotteria, sempre a favore dei nostri service. Franco Nardi è una persona speciale e per questo è stato insignito del PHF, che è stato ritirato da Marziano Mercuri, a causa di un improvviso imprevisto.

Mario De Caro per il lavoro incredibile che fa ogni mese. Nel nostro Club è “normale” ogni mese ricevere il bollettino, un'importante manifestazione di efficienza del club e di divulgazione delle sue attività, tenuta in grande considerazione dal Distretto. Dietro c’è un lavoro immenso che, per essere fatto bene così come lo fa De Caro, inizia con lo sbobinare la registrazione degli incontri, fino al rincorrere il Presidente per la lettera del mese. La redazione del Bollettino è un lavoro estremamente impegnativo che merita un adeguato riconoscimento. Purtroppo Mario De Caro non era presente e riceverà il suo premio alla prima occasione utile.


Mauro Cappelli ha ricevuto il PHF per tutto il lavoro che ha fatto lo scorso anno, con Andreini e Costantini, durante la preparazione dell'annata e per tutto quello che avrebbe potuto fare. Cappelli si è dimesso dalle numerose cariche che aveva durante l'annata (Segretario, Istruttore di Club e Presidente della Commissione Progetti) per la sua grande correttezza, nonostante sia rimasto al fianco del Presidente con i suoi preziosi consigli. Durante quest'annata è stato un socio super attivo, sempre informatissimo su tutto ciò che è stato fatto. Ha partecipato in maniera attiva alla realizzazione di tutti i progetti, mettendo sempre la sua professionalità, la sua esperienza, la sua rettitudine al servizio del Club. In una parola, è un ROTARIANO DI ECCELLENZA !

Fernando Andreini, Past president a cui non fu assegnato il Paul Harris per colpa del precipitare della situazione. Anche la sua è stata una presidenza difficile e quest’anno il suo Club lo riconosce assegnandogli il PHF. Andreini ha sempre avuto a cuore le sorti del Club e continua il suo impegno sempre con grande serietà. La conoscenza tra Costantini e Andreini è recente, hanno iniziato a collaborare circa tre anni fa, scambiandosi gli incarichi. Ben presto però la collaborazione è diventata amicizia e stima e Andreini è rimasto al fianco del Presidente in ogni momento sempre pronto, con i suoi consigli illuminati, a confrontarsi su ogni decisione da prendere e a condividere le idee.

A sua volta, lei stessa è stata insignita dal Club del suo settimo Paul Harris.

Il Presidente Nunzia Costantini ha poi nominato un nuovo Socio Onorario: Marziano Mercuri che rappresenta un vero rotariano, sempre pronto a mettersi al servizio degli altri, ad accorrere quando si abbia bisogno. Le cene che ci ha offerto a casa sua, a beneficio di qualche service, rimangono nella memoria dei soci del nostro Club. Mercuri ha fatto conoscere, inoltre, Nardi parlandogli della nostra prima importante raccolta fondi, quella per l’Ecografo, sotto la presidenza di Picciolini


Ha infine omaggiato tutti i presenti di un peperoncino rosso di vetro di Murano, confezionato da lei, perché, ha spiegato, si dice che il peperoncino, se regalato, porti fortuna e, vista la situazione, ha ritenuto che niente poteva essere più calzante.


A questo punto, non senza emozione, ha passato il collare a Gian Franco, augurandogli di cuore, un’annata piena di successi e di soddisfazioni.


Gian Franco che ha iniziato con un breve cenno della sua storia di rotariano, dal suo ingresso a oggi, da semplice socio, a segretario, poi tesoriere e adesso presidente. Ha preannunciato che la sua sarà una presidenza all’insegna della continuità dei progetti già messi in campo, e di collaborazione con gli altri club dell’area Maremma 1. Ha auspicato un maggiore coinvolgimento dei soci alle attività che verranno proposte e per questo, ha detto che nel formare le commissioni, ha fatto in modo che tutti i soci fossero inseriti e ha esortato ognuno ad essere portatore di idee, in modo tale che le idee di ognuno abbiamo la possibilità di trasformarsi in progetti.
Ha esposto i progetti inseriti nel piano strategico del Club ed ha auspicato che durante la sua annata si possano realizzare di nuovo l’Interhabile, con i club dell’area Maremma 1 e la Coast to Coast
Gian Franco ha concluso con un pensiero rivolto all’ l’effettivo, auspicandone un incremento tra il 5 e il 10%
Dopo aver presentato la sua squadra, ha salutato i presenti che con un bell’applauso, gli hanno augurato una splendida annata

I commenti sono chiusi