Ottobrata del Club

Il 3 ottobre, finalmente , siamo tornati a festeggiare "normalmente" la nostra ottobrata, un evento tradizionale e imprescindibile per il nostro club. infatti la prima domenica di ottobre è tradizione che  i soci si riuniscano in una location all'aperto, per festeggiare l'arrivo  dell'autunno. All'inizio amavamo andare  al "Monte",  cioè  dai Frati  Passionisti  del Monte Argentario, poi sono state scelte altre location, sempre bellissime, per arrivare negli ultimi anni, all'Origlio, l'Agriturismo della Selva. La giornata è iniziata alle 11.00 con la messa  per ricordare i nostri soci defunti. E' stata celebrata all'aperto, sotto una pergola ,  è stata seguita  con attenzione dai presenti, e al termine, tutti , si sono commossi nell'ascoltare  la  “Preghiera del rotariano” .

Alle 13.00 abbiamo preso posto ai tavoli, ben apparecchiati e decorati dalla moglie del Presidente, Irene, e dal nostro prefetto. Il menù prevedeva un antipasto toscano, delle lasagne al ragù, una grigliata mista e come di consueto i dolci portati, e spesso preparati, dalle nostre signore. Come da tradizione e come ogni anno, le signore disponibili hanno dato una mano il sabato per apparecchiare e la domenica per servire ai tavoli.
Terminato l'ottimo pranzo, ci siamo trasferiti sul prato dietro al casale, dove ci siamo divertiti  a cantare con un Karaoke. Molti di noi  si sono cimentati nel canto  e i risultati sono stati altalenanti. A un certo punto siamo passati all'estrazione  dei biglietti che erano stati venduti durante il pranzo, incassando 900 euro per i nostri service. I premi erano tanti e tutti belli. Infatti  è tradizione che molti soci o amici di soci, si prodighino a mettere in palio oggetti o servizi frutto della loro attività. Quest'anno il primo e il secondo premio sono stati offerti dal presidente e dalla gentile consorte che hanno messo in palio  una cravatta di Gucci e un paio di orecchini in argento con perla e zirconi. La giornata si è conclusa nel tardo pomeriggio, lasciando in ognuno di noi la gioia e la consapevolezza di aver trascorso una gran bella giornata, di nuovo insieme, nello spirito della vera amicizia rotariana.

I commenti sono chiusi