Il Mare Nell’Anima

Presso i locali del Ristorante Vecchia Maremma si è tenuta la conviviale con coniugi ed ospiti. Relatore il socio Alessandro Tommasi che ha presentato alcuni brevi documentari prevalentemente realizzati con immagini subacquee. Il tema della serata: “Il Mare nell’Anima”. Grazie alla organizzazione inappuntabile della nostra Prefetto Nunzia Costantini e con il fattivo aiuto da parte di suo marito Roberto, nostro socio onorario, nonchè di Angelo Barbetti e Vincenzo Picciolini, assolte le formalità anticovid, la proiezione è avvenuta con puntualità “svizzera” in un’apposita sala a latere di quella principale del ristorante. Nell’ordine sono stati proiettati: “Confessione”, “Emozioni di una giovane sub”, “Mediterraneo, il mare dell’Anima” e “Preghiera”. I lavori sono apparsi di notevole interesse e gradimento da parte dei presenti. A seguire la cena, preceduta da un aperitivo, con la presentazione degli ospiti e del curriculum di Alessandro .
Durante la fase finale del convivio Alessandro Tommasi ha sollecitato domande ed osservazioni ai presenti che non sono certo mancate. Infatti vi è stata una lunga serie di interventi da parte di soci ed ospiti che ha
raso particolarmente vivace ed interessante una conversazione che, superando i temi trattati nei cortometraggi, ha toccato anche temi importanti e profondi del nostro vivere quotidiano. Il numero ed il
livello degli interventi ha decisamente dato il segno del successo della serata.

“Confessione”: Documentario che ha vinto il primo premio nel concorso nazionale “MY SHOT 2020” ed è giunto terzo nel concorso internazionale “EUDIMOVIE 2019” nella categoria professionisti. Alessandro
ripercorre la sua storia di appassionato sub che, dopo la prima fase della gioventù dedicata alla pesca subacquea, si è rivolto alla fotografia subacquea ed alla videoripresa “collezionando” immagini di vita
sommersa. Messaggio forte nei confronti del doveroso rispetto della natura e delle forme di vita marine.
“Emozioni di una giovane sub”: opera ancora inedita che ritrae una carrellata di immagini naturalistiche che stigmatizzano la “carriera” della giovane subacquea Camilla Tommasi, figlia di Alessandro, che, sin
dall’età di sei anni, insieme ai genitori, ha visitato i più suggestivi fondali tropicali del pianeta descrivendone le bellezze. Alla realizzazione dell’opera Camilla e Giovanna hanno fattivamente collaborato.
“Mediterraneo, il mare dell’Anima”: opera ancora inedita. Accorata descrizione delle meraviglie del “Mare Nostrum” attraverso il meglio delle immagini collezionate in anni di immersioni con un messaggio preciso,
anche se velatamente pessimistico, sulla criticabile posizione dell’ uomo che del mare appare decisamente essere il grande distruttore.
“Preghiera”: Opera eccelsa in multivisione del Professor Domenico Drago a cui Alessandro Tommasi ha collaborato. Pura poesia con immagini, parole e musica abilmente intersecate in dissolvenza.

I commenti sono chiusi